lunedì 28 marzo 2011

Le Ricette della Memoria - Maccheroncini fini

Propongo la ricetta dei maccheroncini, una vera e propria specialità marchigiana, perchè per me ha un valore affettivo particolare.
I ricordi mi portano lontano, quando mia madre con le sue braccia robuste "spannellava", cioè stendeva la sfoglia ("pannella" nel nostro dialetto); dopodichè, una volta che la sfoglia perfettamente circolare si asciugava e ripiegava, veniva tagliata sottile sottile con un bel coltello a lama larga, affilato (sempre lo stesso!): ne venivano fuori dei maccheroncini sottilissimi, pronti per essere cucinati.




Oggi i maccheroncini li compero direttamente da una signora che li prepara come faceva mia madre. La signora vive a Campofilone, un paese conosciuto proprio per questa specialità. Qui, da tantissimi anni, c'è una sagra dei "maccheroncini di Campofilone" che ha un successo grandissimo. Nei tre giorni di sagra in paese arrivano più di 15000 persone!



Ingredienti dei maccheroncini:
  • 1/2 kg farina di semola di grano duro
  • 5 uova | 100 gr. di carne di vitello
  • 100 gr. di carne di maiale
  • rigaglie di pollo
  • 1 osso di manzo
  • 1/2 cipolla
  • mezza costa di sedano
  • una carota
  • 1/2 kg di polpa di pomodoro
  • 1/2 bicchiere vino bianco
  • olio d'oliva, sale e pepe q.b.


Per la sfoglia: su di un ripiano disponete
a fontana la farina, mettendo al centro le uova e cominciando ad impastarle piano piano con una forchetta. Quando avrete incorporato tutte le uova, aggiungete un pizzico di sale e impastate la pasta con vigore. Quando l'impasto sarà solido e omogeneo stendetelo sul piano di lavoro, in modo da ottenere una sfoglia sottile che poi taglierete a striscioline ancor più sottili, come capelli...

Per il ragù: in una pentola capiente preparate un soffritto di cipolla, carota e sedano. Appena sarà le verdure saranno rosolate aggiungete tutta la carne e l'osso, fate rosolare, versate il vino bianco e
appena evapora un po' regolate di sale e pepe.

Una volta evaporato tutto il vino aggiungete la polpa di pomodoro. Mandate avanti la cottura per almeno un'ora. A cottura ultimata potete aggiungere un po' di basilico fresco.









I maccheroncini vanno cotti in acqua bollente salata. Appena saranno pronti
dopo pochi minuti al dente, scolateli molto bene, ricopriteli di abbondante, direi abbontantissimo sugo e di una manciata di parmigiano o pecorino. Serviteli caldi. (A chi piacciono, i fegatini e i rigagli di pollo possono essere tagliati a pezzettini e aggiunti sopra, come condimento.)


P.S. Ah, dimenticavo: non tutte le foto sono... farina del mio sacco! Ciaocciào...

15 commenti:

Tiziana ha detto...

Li sto guardando con occhi veramente...affamati!!!! E acquolina! Devono essere fantastici!
La memoria: leggendo "Campofilone" mi sono venuti in mente i 'Quadrucci' che mi preparava la nonna. Buon appetito!!
a presto, Tiziana

manuricama.blogspot.com ha detto...

Complimenti per la tua ricetta mi fa venire l'acqualina in bocca
grazie per tutte le cose carihe che mi scrivi
Buona settimana Manu

Iulia ha detto...

gustosa e invitante...brava..Iulia

CHIARA ha detto...

Sembre bravissima nella spiegazione. Ricetta molto invitante ... ciao ciao Chiara

daniela ha detto...

Una fame....!!!!
Bravissima nella spiegazione!!!
ciao
daniela

Clara ha detto...

Che meraviglia....... davvero il sapore della memoria.

Marm ha detto...

Che dire? Queste ricette tipiche regionali fanno venire l'acquolina in bocca. Io poi adoro la pasta fatta in casa. Grazie far farmi partecipe dei tuoi ricordi e delle tue tradizioni. Un abbraccio. Donatella

Roberta ha detto...

Sicuramente buonissimi, ma per mangiarli come si deve ci toccherà di venire dalle tue parti ...
Roby

Argante ha detto...

oh cielo che fame... ma più che maccheroncini non sono tagliatelline? vabbè,,, mi hai fatto venire una gran fame..
:-P

Tiziana ha detto...

P.S. è molto bella questa idea delle Ricette della Memoria, non solo per l'aspetto 'gastronomico' ma proprio perchè fa ricordare anche le persone care!
Mi piacerebbe postarne qualcuna, spero di poterlo fare prima o poi, con l'aiuto di mia mamma (vorrei ripercorrere alcune ricette di mia nonna). Buona giornata! Tiziana

NOSTROMO ha detto...

Very nice, I like it! Very impressed with your blog, get your followers! Welcome to my blog: http://fullmoontheedgeofthesoul.blogspot.com/

Arianna ha detto...

Caspita questa è una Signora ricetta!!! Grazie per averla condivisa, sicuramente mia mamma è più brava di me in queste cose e apprezzerà!!

xxxelisaxxx ha detto...

wow...da vero chef!Sembrano davvero invintanti,grazie del tuo ricordo

Alicia ha detto...

DESPUES DE MIRAR ESTO...NO COMO EN TRES DIAS..
QUE COSA MAS RICA.....+
ME ACUERDO UNOS TALLARINES QUE HACIA MI TIA CON TUCO....QUE LOCURA...
Y ESTOS ME LOS RECORDO..
DELICIOSOS........
SALUDOS Y GRACIAS POR LA COMIDA....

manu ha detto...

Piera mia madre è originaria di Campofilone!!!!! e...parente stretta dei famosi ..maccheroncini!! ehehhehehe li conosciamo fin troppo bene
baci
Manu